MARCATURE DEGLI INFISSI

LANA DI VETRO

PAR G3 touch, l’isolamento totale è ‘soft’ Acustica, termica, protezione dal fuoco al top e certificate, mentre l’innovativo velo di vetro ‘Soft Touch’ offre una migliore esperienza di posa PAR G3 touch è il pannello arrotolato in isolante minerale G3 touch, concepito per l’isolamento termoacustico dei sistemi a secco, idrorepellente e trattato con resina termoindurente a base di componenti organici e vegetali, per offrire il massimo in termini di performance per l’isolamento e la protezione dal fuoco. La soluzione assicura gradevolezza di posa per gli applicatori, grazie all’innovativo rivestimento su una faccia con il velo di vetro “Soft touch”, brevetto internazionale di Saint-Gobain. Un test condotto su un campione di 100 utilizzatori della soluzione ha infatti rilevato che il nuovo velo di vetro è percepito come più morbido del precedente dall’80% del campione. PAR G3 touch nasce dall’esperienza di Isover Saint-Gobain nella produzione di lana di vetro e grazie agli importanti progressi raggiunti in termini di tecnologia produttiva. Questa evoluzione ha permesso la nascita dell’isolante minerale G3, alla base della nuova soluzione, che raggiunge il massimo livello di prestazioni tecniche in termini di isolamento termico, acustico e protezione dal fuoco, nel rispetto di elevati standard di ecosostenibilità e qualità dell’aria grazie ai nuovi leganti a base vegetale. L’isolante minerale G3 è infatti prodotto con una resina termoindurente di nuova generazione a base di componenti organici e vegetali, che riduce ulteriormente le già basse emissioni di formaldeide e VOC (Composti Organici Volatili), nel rispetto dei limiti più severi della normativa mondiale In termini di prestazioni, l’intreccio delle fibre che costituiscono PAR G3 touch crea una moltitudine di pori dove l’aria viene imprigionata e permette di raggiungere un ottimo livello di isolamento sia acustico sia termico, mentre la composizione a base di minerali inerti posiziona la soluzione in Euroclasse A1, come materiale incombustibile, che non alimenta il fuoco e non propaga le fiamme. PAR G3 touch assicura inoltre un elevato grado di traspirabilità, con un fattore di resistenza al passaggio del vapore acqueo pari a quello dell’aria (μ=1), oltre che stabilità dimensionale e durata nel tempo in virtù della natura completamente inerte della soluzione. Rispetta inoltre i principi di eco sostenibilità, poiché Isover Saint-Gobain ha certificato il prodotto secondo lo standard LCA (Life Cycle Assessment), metodo scientificamente riconosciuto per valutare il ridotto impatto ambientale dall’inizio alla fine del ciclo di vita, fornendo il relativo EPD (Environment Product Declaration). PAR G3 touch contribuisce inoltre all’assegnazione di crediti per la certificazione LEED dell’edificio, oltre che alla salubrità complessiva degli ambienti. Come tutti i prodotti Isover Saint-Gobain, è infatti assolutamente innocuo per la salute. Le lane minerali sono infatti escluse dalla classificazione cancerogena: lo IARC, il Centro Internazionale di Ricerca sul Cancro che dipende dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha incluso le lane minerali nel Gruppo 3, che recita ”non può essere classificato con riferimento ad effetti cancerogeni per l’uomo».

                                                    Materiali  

Pannelli  OSB

L’OSB (Oriented StrandBoard,pannello a scaglie orientate) è un pannello a base di legno costituito da scaglie incollate insieme con una resina sintetica e pressato successivamente in diversi strati.

Le scaglie degli strati esterni sono orientate longitudinalmente rispetto alla lunghezza del pannello, mentre le scaglie degli strati intermedi sono ripartite trasversalmente.L’orientamento accurato delle lamelle lunghe, l’eliminazione di quelle più sottili e la pressatura a caldo progressiva conferiscono al pannello caratteristiche di stabilità e di coesione che forniscono prestazioni meccaniche eccezionali.

 
Campi di Impiego

L’OSB  nasce negli anni 70 in Canada ed il suo primo e naturale impiego è stato nell’edilizia, nelle case a struttura di legno viene infatti utilizzato per le pareti, per i pavimenti e anche per la controventatura.

La  densità del pannello (e quindi il peso) varia a seconda del prodotto ed è influenzata dal tipo di legname  e dal processo di fabbricazione.Densità tipiche sono comprese fra 600 e 800 kg/mc. Quindi, per esempio, un pannello di 2400 x 1200 x 12 mm avrà un peso di circa 20 kg.

 

Grazie all’elevata resistenza meccanica e all’orientamento delle scaglie all’interno del pannello, l’OSB  è particolarmente adatto per funzioni di sostegno, in  particolare nelle costruzioni, ed è ampiamente utilizzato per pavimentazioni, copertura di tetti e rivestimento di pareti.

Informazioni sull’uso dell’OSB in queste applicazioni si possono trovare nelle norme ENV 12872 e EN 13986.

L’OSB  è un prodotto per costruzioni di precisione, con prestazioni equivalenti al lamellare.

 

Valutazione ecologica dettagliata, riferita a tonnellata secca.

OSB/3 colla MUPF/PDMI

OI3

GWP
[kg CO2 Äqv.]

AP
[kg SO2 Äqv.]

PEI ne
[MJ]

PEI e
[MJ]

EP
[kg PO4 Äqv.]

POCP
[kg C2H4 Äqv.]

879,6

-1.168,5

6,0

9.319,9

23.029,4

1,2

0,5

OSB/3 colla PF

OI3

GWP
[kg CO2 Äqv.]

AP
[kg SO2 Äqv.]

PEI ne
[MJ]

PEI e
[MJ]

POCP
[kg C2H4 Äqv.]

595,3

-1.087,9

2,9

12.787,9

22.727,3

0,5

 

 Materiali

Lana di Roccia

La  lana di  roccia è una lana minerale,  un silicato amorfo ricavato dalla roccia.  Si tratta di un materiale fonoassorbente e coibente termico, tra i migliori, usato in edilizia in moltissimi casi in cui sia necessario proteggere la costruzione dal caldo, dal freddo, dai rumori.

E’ un prodotto naturale, al pari del sughero e della lana di vetro, che  consente di  realizzare un edificio privo di elementi di origine chimica. Oltre ad essere di origine naturale, non è attaccabile da insetti  e si mantiene inalterabile nel tempo.

 

Questo materiale ha la capacità di essere:

-   isolante termico;

-  isolante acustico;

-     ignifugo;

-    altamente drenante.

Queste proprietà sono dovute alla sua struttura macroscopica lanuginosa che attenua i rumori, ed  inglobando grandi quantità d’aria, isola dal calore, inoltre riesce a resistere a temperature molto alte, grazie alla sua elevata resistenza al calore.

 

Materiali 

Cartongesso

La lastra in cartongesso è costituita da un nucleo in gesso emidrato reidratato, rivestito su entrambre le facce da materiale cellulosico con funzione di armatura esterna.

Sono ormai noti da tempo i vantaggi derivanti  dall’impiego della tipologia costruttiva di lastre in gesso rivestito:

-   montaggio semplice a secco con viti e tasselli;

-    facile lavorabilità;

-   creazione di una superficie pronta a ricevere la finitura (idropittura, ceramica, carta da parati, stoffa)

-    riduzione di pesi nelle strutture: con carichi  decisamente inferiori rispetto a quelli di un divisorio  tradizionale si assicurano le medesime prestazioni con minori sollecitazioni alle strutture portanti e minori ingombri  in termini di spessore;

-     compensazione igrometrica, le lastre assorbono l’eccesso di umidità  relativa presente negli ambienti, per restituirla quando il clima torna ad essere eccessivamente secco;

-     fono isolamento: sfruttando il principio acustico fondato sugli effetti della risonanza (quindi non sulla“legge della massa”  basata sull’inerzia), i tramezzi in  lastre di gesso rivestito, integrati a materiale fibroso e ligneo, consentono di risolvere problemi di abbattimento acustico tra locali  adiacenti  aumentando il livello di comfort abitativo.

Materiali

Gessofibra

Il  Gessofibra è un materiale costituito da una miscela omogenea di gesso di alta qualità e fibra di cellulosa. L’impasto viene addizionato con acqua e compresso ad alta pressione, in modo da formare lastre resistenti e monolitiche che successivamente vengono essiccate.

Gesso e cellulosa sono elementi naturali che conferiscono eccellenti proprietà di resistenza, stabilità, isolamento termoacustico e resistenza al fuoco. Inoltre le lastre in Gessofibra  hanno superato con successo tutte leverifiche e i collaudi previsti dall’iter certificativo dell’Istituto di Baubiologie di Rosenheim e hanno ricevuto il sigillo di collaudo  “consigliato dal punto di vista biologico-abitativo”.

Questa certificazione si basa su una visione complessiva dei prodotti e valuta gli effetti di carattere sanitario-biologico sull’uomo durante la produzione, la lavorazione e l’intero ciclo di vita,compreso l’impatto sull’ambiente durante e dopo lo smaltimento.

Prestazioni

-  Altissima resistenza: le lastre in GessoFibra sono particolarmente resistenti alle sollecitazioni meccaniche e ai carichi più elevati. Inoltre, per l’elevata durezza superficiale e resistenza agli urti, sono consigliate nell’edilizia scolastica, alberghiera e pubblica in genere;

-     Isolamento termoacustico: le eccezionali prestazioni acustiche sono garantite da certificati ottenuti attraverso test di laboratorio. Ottimi risultati di isolamento termico si ottengono inoltre progettando correttamente i materiali coibenti da inserire nel pacchetto parete;

-     Protezione dal fuoco: le lastre in Gesso Fibra standard hanno la classe A1 (incombustibile);

-    Biocompatibilità;

-   Marcatura CE.

Con un mercato sempre più attento al rispetto delle norme in  materia di isolamento acustico, risparmio energetico e protezione dall’incendio, è  importante avere a disposizione sistemi di parete che offrano alte prestazioni. Le  lastre in Gessofibra  sono inoltre resistenti agli  urti, ai carichi sospesi, sia distribuiti che concentrati:pensili da cucina, mensole, quadri pesanti  sono solo alcuni esempi.

Dati Tecnici

·        Densità: 1000-1250 kg/mc.

·        Coefficiente di conducibilità termica: lamda = 0,30W/mK

·        Classe di reazione al fuoco: A1

·        Variazione dimensionale (a 20°Ce variazione dell’umidità relativa dell’aria del 30%): 0,30mm/m

·        Durezza: ca. 750 N

·        Resistenza a flessione F m,k:4,5 N/mmq.

·        Resistenza a compressione: 7,5N/mmq.

·        Resistenza a trazione: 2,3N/mmq.

·        Modulo elastico (flessione): 3900 N/mmq.

 

Materiali

PolistireneEspanso Sinterizzato

I pannelli in polistirene espanso sinterizzato sono largamente utilizzati  per rivestire ogni costruzione civile, trovando la sua applicazione nell’isolamento di sottotetti e pareti. I vantaggi che ne derivano sono:

-     Ingenti  risparmi nei costi di riscaldamento e climatizzazione e conseguente tutela dell’ambiente;

-    totale efficienza invariata negli anni.

Le esperienze  maturate nel corso di questi decenni dimostrano chiaramente che una coibentazione ben progettata e realizzata correttamente con pannelli  in polistirene è una soluzione performante e  la più economica per la costruzione della struttura, ma le controindicazioni non mancano:

- il polistirene non rientra fra i coibenti traspiranti ;

- una parete non traspirante non consente la dissipazione del vapore acqueo generato all'interno degli ambienti;

- se i pannelli di polistirene vengono applicati su una stratigrafia non compatibile, si generano condense interstiziali e superficiali;

- una parete umida perde dal 30 a 50% del suo potere isolante e pertanto una buona parte del calore prodotto all'interno dell'ambiente viene sprecato per riscaldare i muri;

- prima di scegliere il polistirene (scelta generalmente legata all'aspetto economico) è buona norma verificare la stratigrafia dell'involucro per accertarne la compatibilità.

Il cappotto termico in polistirene per  pareti verticali, con intonaco sottile su  isolante è il sistema oggi e da oltre 30 anni più utilizzato in Europa per la coibentazione degli edifici civili.

Le  funzioni tipiche del cappotto termico sono:

-     isolare senza discontinuità dal freddo e dal caldo;

-   utilizzare il volano termico costituito dalle pareti isolate;

 proteggere le facciate dagli agenti atmosferici;

  fornire interessanti e sensibili risparmi energetici;

-  contribuire sensibilmente a ridurre le emissioni inquinanti nell'atmosfera;

-    porre in condizioni stazionarie termo-igrometriche l’involucro e la struttura dell’edificio, con le riserve connesse a quanto su esposto.

-     contribuire sensibilmente alla riduzione delle immissioni  inquinanti  nell’atmosfera.

 

                                                      Materiali 

Sughero

Il  sughero, per le caratteristiche che  lo contraddistinguono, merita  un approfondimento.

Ricavato dalla quercia da sughero (Quercus suber), costituisce la struttura cellulare morta prodotta naturalmente dal tronco, un materiale leggero, compatto e fortemente resistente alle intemperie.Queste caratteristiche rendono la corteccia impermeabile ai  liquidi e ai gas, impedendo la formazione di muffe e il suo conseguente degrado.Utilizzato senza collanti è un materiale completamente naturale e traspirante. Questo vuol dire che, se applicato sulle partizioni perimetrali delle abitazioni, concorre ad un corretto isolamento pur permettendo all’involucro  di respirare evitando la formazione di condense.

Le caratteristiche che lo rendono un ottimo e vantaggioso materiale in campo edile sono:

-    isolamento termico;

-     a-tossicità;

-     isolamento elettrico, perché neutro;

-    indeformabilità;

-     impermeabilità e traspirazione,evita la formazione di condense e quindi di muffe;

-     ha una bassa velocità di combustione, senza subire alcun trattamento chimico;

-     isolamento acustico;

-     Biocompatibilità al 100%, data la sua origine naturale.

Le Applicazioni

Il sughero ha un coefficiente di conducibilità pari a 0,043 W/mqK e può essere applicato a cappotto esterno o interno,oppure come intercapedine. Nei primi due casi viene incollato direttamente alla struttura portante (X-LAM o Telaio) e poi stuccato e rasato senza effettuare contropareti.

I pannelli, per la loro elevata densità,  possono essere montati a pavimento, sotto il massetto, per  isolare termicamente solai confinanti con locali non riscaldati o per isolare pavimenti contro terra.

Possono essere utilizzati  per isolare  coperture in cemento ed in legno dall’interno o dall’esterno, realizzando meravigliosi tetti ventilati. Esistono pannelli preformati con bugne o binari atti al passaggio dell’aria che, per  “effetto Venturi”, circola nel sottotetto per poi fuoriuscire dal colmo rialzato.

Caratteristiche Fondamentali

Se  posto in opera correttamente, cioè incollato, rasato e pitturato con materiali altrettanto traspiranti, il sughero è un materiale che asciuga umidità e condensa. Molti non sanno che questa tipologia di isolante, oltre ad essere biocompatibile, ha anche un fattore di peggioramento pari a zero, è inattaccabile da insetti e roditori ed è imputrescibile, praticamente eterno.


Qualità e Analisi dei Costi

 

Analizzando la durabilità del prodotto e la   facilità di posa in opera è  facile dedurre che il costo da addurre all’isolamento  va valutato considerando il risparmio energetico che otterremo negli anni successivi. Ma quanto costa? Circa € 18,00/mq (il costo di uno dei migliori pannelli sul mercato italiano).

 

 

 Materiali

Fibradi Legno
Produzione di pannelli isolanti in fibra di legno

Il  pannello in fibra di legno è  permeabile al vapore acqueo e consente un tipo di costruzione a diffusione aperta( µ =5).L'effetto termoisolante è buono (λ  =0,04 W/mK), e per di più ,rispetto ad altri materiali isolanti ,ha una maggiore capacità di accumulo del calore e proprietà fonoisolanti apprezzabili. La capacità di accumulo del calore dei pannelli è importante soprattutto a livello di sottotetto, dato che consente di ottenere un buon sfasamento, nonché smorzamento dei picchi   termici. Nelle sezioni ad alto rischio di umidità vanno previsti pannelli  idrofobizzati  preferibilmente con aggiunta di resina naturale . Classe di infiammabilità 2, infiammabile normalmente.

Applicazionedei pannelli isolanti in fibra di legno

I  pannelli in fibra di legno vengono proposti  in vari spessori , per applicazioni nella sezione interna o esterna dell'edificio:

-     Per tetto: idrofobizzati, utilizzati come sottotetto, sostituiscono il tavolato e il sottostrato protettivo.

-    Per l'isolamento continuo: sopra le travi portanti.

-     Per l'isolamento tra le travi portanti del  tetto: nelle pareti montanti e soffitti a travi di  legno, nonché per  facciate sospese e pareti  intermedie.

-    Per  facciata: come elemento d iun sistema cappotto termoisolante.

-   Per pavimenti a secco:applicazione sotto pavimento per insonorizzazione anti calpestio.

-    Per pareti divisorie e fonoisolanti  leggère.

 

 Materiali 

LANA DI PECORA

L'isolante in lana di pecora, utilizzato già nelle costruzioni primitive, è tornato in auge negli ultimi  tempi. A seguito di un processo di filatura, le fibre lunghe vengono separate da quelle corte, le prime vengono utilizzate nel settore tessile, mentre le seconde vengono riciclate  per coibentare gli  edifici.

La lana viene sottoposta ad un processo di pulitura. L'attuale normativa prevede che la lana sia trattata con speciali prodotti che ne garantiscano nel tempo la protezione dagli attacchi di muffe,funghi, acari e tarme.

E' quindi battericida e non attira la polvere avendo una scarsa carica elettrostatica.

L'isolate viene prodotto in rotoli e in pannelli e può essere inserito all'interno di elementi architettonici orizzontali e verticali per migliorare le prestazioni termiche ed acustiche.

Il prodotto è totalmente naturale e atossico e l'intera filiera produttiva è a basso impatto ambientale. La fibra ottenuta dalla lana di pecora è ecologica e riciclabile, imputrescibile e biocompatibile, elastica e priva di additivi sintetici, colle, resine e poliesteri.

Non permette fenomeni di condensa  perchè la lanolina, una cera che riveste le fibre, rende la lana idrorepellente, ma nello stesso tempo è un regolatore igrometrico dell'aria  e mantiene costante il tasso di umidità degli ambienti.

Ha una buona capacità ignifuga ed è priva di VOC (composti organici volatili).

Possiede inoltre un'elevata traspirabilità, proprietà che permette di filtrare e depurare l'aria rendendo salubri gli ambienti in quanto capace anche di assorbire e neutralizzare smog, gas inquinanti, formaldeide e polveri  sottili.

CAPPOTTO TERMICO RIFLETTENTE ANTICONDENSAZIONE

Il settore dei materiali a basso impatto ambientale ed alte prestazioni è una sfida di oggi

 Con le nanotecnologie oggi abbiamo a disposizione un prodotto composto da ceramica micronizzata e nanofibre di sughero che, attraverso lo straordinario carattere termico, isola l'involucro edilizio dando un'ottima coibentazione, eliminando i ponti termici ed impedendo il generarsi di condense superficiali e interstiziali, ma soprattutto le conseguenti sgradevoli muffe.

Per saperne di più vai al link: rasante termico riflettente